Il restauro della Madonna con il Bambino, iniziato la scorsa estate e ultimato a febbraio 2019.

«Il restauro è seguito alle analisi diagnostiche della policromia e del materiale argilloso, dalle quali abbiamo rilevato che l’opera presentava due/tre strati di cromie sovrapposte eseguite nel corso del tempo per rinnovarne l’aspetto. Sulla superficie più esterna risultava evidente la presenza di una patinatura bruna data probabilmente per coprire le varie lacune del colore, sopra ad essa si presentava uno spesso strato di finitura protettiva steso a seguito di un recente intervento e che conferiva a tutta l’opera un’eccessiva lucidità».

 

Durante il restauro è stata rimossa la patinatura e il film protettivo e sono stati rimossi gli strati di colore incongrui facendo così emergere lo strato sottostante più antico